Bologna rossoblu magazine intervista Mario Baldassarri

21 e 22 giugno. Segnatevi questa data, amanti del calcio, e cominciate a organizzare una trasferta in quel di Milano Marittima perché l’estate è alle porte e anche se il campionato è ormai un lontano ricordo, è ora di rivedere in campo i nostri campioni… che giocano a tennis!
Succede al club Mare e Pineta di Milano Marittima dove andrà in scena la nuova edizione del Torneo di tennis dei calciatori di serie A. L’evento, che fa da preludio al più famoso Vip Master, è organizzato da Mario Baldassarri, romagnolo doc.

E’ quello che considero un’anteprima- mi spiega Mario – una sorta di rodaggio per mettere a punto gli ultimi dettagli e scaldare le gomme in vista del Vip Master. Fino a 20 anni fa anche i calciatori partecipavano al vip Master, ma sono sportivi, gente allenata e ci siamo accorti che erano troppo forti: non si divertivano. Allora li abbiamo scorporati ed è nato questo torneo che organizziamo in collaborazione con l’Associazione Italiana Calciatori della L.N.D. Partecipano solo giocatori di serie A, più o meno famosi, anche se per vedere in campo i veri personaggi, da Borriello a Chiellini, passando per Pirlo, bisognerà aspettare il Vip Master… che comunque sarà poche settimane dopo: il 12 e 13 luglio, quando sui campi del Circolo Tennis di Milano Marittima una trentina di personaggi famosi, racchette alla mano, si sfiderà nel torneo di tennis più famoso della riviera.

Per organizzarlo faccio un lavoro continuo di pubbliche relazioni: vado a ogni evento a cui m’invitano, anche quando sono stanco, non sto bene o mi manca la voglia, perché ogni occasione è buona per conoscere vip da coinvolgere in questa avventura. Da 23 anni la fatica è continua e devo dire grazie a mia moglie ormai rassegnata all’idea di vedermi sempre in giro. Quest’anno stato a Miss
Italia, a San Remo e persino al matrimonio di Valeria Marini dove mi hanno presentato personaggi interessanti. Perché il segreto è coinvolgere ogni anno i nomi del momento.
Oggi i personaggi famosi ruotano: sono vip per periodi più o meno lunghi poi faticano a rimanere a galla. Devo tenermi sempre aggiornato.

In 22 edizioni è stato capace di portare sui campi del Circolo tennis di Milano Marittima oltre 100 vip di tutti i tipi, da Manuela Arcuri a Lino Banfi. Ma come si fa a convincerli e a farli poi convivere per due giorni?
Bisogna saperli scegliere e saperli gestire. Io li conosco, loro conoscono me e sanno che gli farò passare 2 giorni divertenti: con me non fanno le primedonne. Poi il segreto sta nell’affidare al personaggio del momento, al più conosciuto, il ruolo di capogruppo.
Negli anni ho capito che una persona più è importante e arrivata, meno se la tira.

Chissà quanti aneddoti… se quella terra rossa potesse parlare…
Meglio che non parli: gli aneddoti più interessanti sono quelli che non si possono raccontare, ovviamente, dirò solo che sui nostri campi sono nati alcuni amori tra personaggi. Poi non sono mancati gli scoop di Valeria Marini e le battute in campo di Chiambretti e Giletti.
C’è stato anche qualche incidente di percorso come quando Alberto Tomba cadde dalla bicicletta nel tragitto dall’albergo al Circolo Tennis e non arrivò mai.
In campo si vedono scene divertenti di personaggi che non hanno mai preso in mano una racchetta. Come Vittorio Sgarbi, che prima di entrare in campo mi chiese.. “cosa devo fare?” Io gli dissi “attaccati alla rete, tieni la racchetta in alto e se passa la palla schiacciala”. Lui da persona intelligente seguì i miei consigli e fece anche dei punti.
Non mancheranno i personaggi totalmente negati…
Le più scarse di tutti sono state Anna Falchi, Alba Parietti e la figlia di Mara Venier. Però le avevamo messe in coppia con compagni di doppio più esperti e sono state brave a capire quando togliersi di mezzo e lasciare la palla al compagno.

Può anticiparci qualche protagonista della prossima edizione?
Una costante dell’evento è non dare nomi se non ho la matematica certezza che verranno.
In realtà questa certezza non ce l’ho mai perché stiamo parlando di gente che ha contratti con televisioni, giornali e case discografiche: potrebbero sopraggiungere impegni improvvisi a farne saltare la presenza.
Per esempio quando qualche anno fa venne il Principe Alberto di Monaco, non ne feci notizia finché non lo seppi in macchina con mio figlio che lo aveva recuperato all’aeroporto di Miramare.

L’anno scorso, in due giorni avete coinvolto 10.000 spettatori. Qual è la chiave di questo successo?
Intanto c’è un ingresso gratuito che permette a tutti di venire a vedere uomini e donne di spettacolo e di sport da vicino.
E poi per la gente è una grande abbuffata di vip che si mettono a disposizione: stringono mani, distribuiscono baci, fanno foto.
Sono personaggi che non capita d’incontrare spesso e quando capita non sempre sono così disponibili.
Dall’altra parte, per i vip si tratta di due giornate divertenti da trascorrere non solo sui campi da tennis ma anche sui lettini del bagno Paparazzi dove li coccoliamo tra una partita e
l’altra. Si trovano talmente bene che anno dopo anno c’è chi mi chiede di poter tornare.

Fonte: Bologna Rossoblu Magazine
Maggio – Giugno 2013
Intervista di Gloria Gardini

Car Rental Rates Sydney car rental discounts through visa