Il Presidente Mario Baldassari all’Opinionista Lettore de Il Resto del Carlino

Il Resto del Carlino di sabato 12 luglio ha ospitato un intervento del Presidente di Federeventi Italia Mario Baldassari.

“L’Associazione che riunisce gli organizzatori di eventi cresce in tutta Italia. E’ forte a Bologna, Firenze, Padova, Venezia, Sanremo, Napoli e in tante altre località.
Chi organizza eventi e spettacoli ha grande necessità di un sistema associativo che tuteli i professionisti del settore in un momento di difficoltà come questo. Il mercato del divertimento è cambiato molto negli ultimi vent’anni e contestualmente gli eventi, soprattutto in aree come la Riviera romagnola, si sono sviluppati in modo esponenziale. La Notte Rosa è un esempio.
Per questo motivo da parte degli organizzatori c’è necessità di unione, che fa la forza, e di una operatività che consenta una visione comune dei problemi. Che sono sempre tanti.

Uno dei nodi principali di questo momento economicamente difficile è che le pubbliche amministrazioni, i Comuni in particolare, fanno sempre più fatica a sostenere e affiancare i privati che organizzano spettacoli. Erogano meno contributi e spesso fanno pagare tutto: dall’energia elettrica alle attrezzature. In qualche caso è giustificato, in altri meno. Quindi per chi organizza i costi aumentano. E frenano in molti casi anche gli sponsor privati.

In questo scenario però imprenditori del divertimento ed enti locali devono rinforzare l’alleanza anziché diluirla. Il rischio in certe aree, come la Riviera e l’Appennino, è che cali sensibilmente l’offerta impoverendo l’accoglienza turistica.
E invece il turismo per l’Italia è una risorsa sulla quale dobbiamo continuare ad investire. E’ un settore che non si può delocalizzare come una fabbrica di scarpe e quindi non possiamo cedere. E’ un patrimonio nazionale che ci invidia tutto il mondo.

Ma capiamo le difficoltà degli enti locali. E allora anzichè dare contributi a pioggia bisogna selezionare accuratamente gli eventi che possono sostenere l’accoglienza turistica e aiutarli. Questo costringe anche i privati ad investire per ottenere il miglior risultato.
Il settore è in difficoltà ma sarebbe un errore non sostenerlo perchè il turismo senza eventi muore. Chi va in vacanza oggi non si accontenta più solo del mare o della montagna: servono pacchetti turistici ad ampio raggio con l’intrattenimento. Se puntiamo su questo percorso si potrà valorizzare anche la bassa stagione.
L’innovazione è fondamentale, non bisogna perdere tempo.”

Car Rental Rates Sydney car rental discounts through visa